STOP CHILD MARRIAGE

The Circle Italia rivolge la propria attenzione ai matrimoni minorili forzati, pratica terribile che esiste anche in Italia. Con No Peace Without Justice, abbiamo sviluppato il progetto Stop Child Marriage. Per questo chiediamo il vostro supporto: perché nessuna bambina, nessuna ragazza si senta sola.

Stop Child Marriage

Un problema che riguarda 12 milione di ragazze

Nel mondo, ogni anno 12 milioni di ragazze si sposano prima dei 18 anni (dati Unicef). In continenti come l’Asia, il 12% delle bambine si sposa addirittura prima dei 15 anni.  Le ragioni sono spesso riconducibili a norme sociali, consuetudini o credenze religiose secondo le quali il matrimonio offre protezione alle ragazze. In realtà i matrimoni minorili risultano in un asservimento domestico e sessuale. Sposandosi prima dei 18 anni, di norma le ragazze abbandonano la scuola e si ritrovano isolate socialmente.

Il fenomeno è drammaticamente presente in Europa e in Italia anche se mancano dati certi. Si stima che, nel nostro paese, oltre 2.000 bambine siano costrette a sposarsi prima dei 18 anni. Tuttavia non esistono studi e statistiche ufficiali a riguardo. Con Stop Child Marriage, vogliamo rimediare a questa lacuna.

Conoscere per agire

Solo conoscendo il problema possiamo trovare il modo per sconfiggerlo insieme. Con Stop Child Marriage, intraprendiamo con No Peace Without Justice un lavoro di analisi dell’incidenza dei matrimoni minorili in Italia e di definizione di strategie per prevenire il fenomeno. Vogliamo impegnarci nella mappatura delle istituzioni chiamate in causa, studiare le azioni di contrasto degli ultimi dieci anni per prevenire matrimoni minorili a livello nazionale e individuare best practice efficaci per contrastare questo fenomeno. Restituiremo quanto raccolto sia a favore di istituzioni e associazioni sia per informare l’opinione pubblica: solo conoscendo un problema si può combatterlo e vincerlo, insieme.

Con una donazione a The Circle, puoi dare il tuo contributo per questo progetto.